Cerreto Laziale

Cerreto Laziale (520 m s.l.m.) è un paese della Valle del Giovenzano, a circa 50 km da Roma, 19 km da Tivoli e 25 km da Subiaco. È posizionato su una collina alle pendici dei Monti Ruffi, tra campi e boschi di castagni e di querce. Il territorio fu abitato fin dall’antichità, come ci testimoniano le mura poligonali e gli edifici romani (probabilmente adibiti a granai) in contrada Fonte Farolfa e Arnale. Nel V secolo a.C. divenne territorio degli Equi e dopo la loro sconfitta, divenne dominio romano, fino alle invasioni barbariche. Nei secoli che seguirono, i territori della valle del Giovenzano, vennero accorpati in una Colonia chiamata ”Massa Giovenzana”, amministrata prima da un Governatore e poi dal Monastero di Santa Scolastica. Intorno all’anno 1000, i monaci Benedettini eressero sulla collina di Cerreto un piccolo luogo fortificato, attorno al quale, si è poi sviluppato il paese. Nel 1.300 i Cerretani vi costruirono una vera e propria fortezza, di forma quadrangolare, con ai vertici quattro torri e al centro un torrione, il maschio, unico edificio a riferirci di quel suggestivo scenario di contrada. Fu proprio in questo castello che gli abitanti si rifugiarono nel 1592 per resistere all’assedio dei briganti di Marco Sciarra.

Oggi Cerreto Laziale è un paese di circa 1.200 abitanti, molto attivo dal punto di vista culturale, sportivo e turistico.

Cerreto è raggiungile da Roma percorrendo l’autostrada A24, uscendo a Castelmadama o tramite la SS5 Tiburtina attraversando Tivoli per percorrere poi la strada provinciale Empolitana.

 

Questo sito potrebbe usare cookies di terze parti. Continuando la navigazione ne accetti l'utilizzo. maggiori informazioni

Questo sito non utilizza cookies di profilazione propri. Al più può utilizzare cookies appartenenti a plugin di terze parti che non sono sotto il nostro diretto controllo. In ogni caso, proseguendo la navigazione, accetti l'utilizzo di questi eventuali cookies.

Chiudi